Rifunzionalizzazione di Villa Bombrini

Misura A4 – Recupero e rifunzionalizzazione di Villa Bombrini

 

In linea con l’art. 20 dell’Atto Modificativo all’Accordo di Programma (che vede in Villa Bombrini uno dei fulcri della riqualificazione del territorio), e ribadendo sia il proposito di installare un forte attrattore nell’area, che l’intenzione di valorizzare il patrimonio architettonico esistente, l’intervento si è sviluppato in due fasi:

 

  1. Prima fase: acquisto di Villa Bombrini da Fintecna SpA (società interamente partecipata dal Ministero dell’Economia) e nell’apertura dei Giardini alla Cittadinanza.
  2. Seconda fase – Insediamento di Genova Liguria Film Commission e intervento “Distretto Audio-video”
Facciata Villa Durazzo Bombrini Cornigliano

Prima Fase – Acquisto dell’immobile e apertura dei giardini

 

In questa prima fase Società Per Cornigliano ha acquistato la Villa con atto stipulato in data 21 luglio 2008 – acquisendone il possesso in data 22 settembre 2008 (decorso il termine di 60 giorni di cui all’art. 61 D.Lgs. 42/2004).

Il costo per l’acquisto dell’immobile e delle relative pertinenze è stato di € 9.7 milioni.

affreschi villa bombrini

L’intervento, che è stato suddiviso in due differenti momenti di attuazione, è stato eseguito a cura di ARTE. Sono stati realizzati l’impianto di illuminazione, l’impianto elettrico per gli allacci in occasione degli spettacoli, i servizi igienici, la siepe a contorno della Villa, sono stati installati alcuni giochi per bambini, è stato rifatto il prato (scarificazione, impianto di irrigazione, semina, ecc.) e l’arredo (panchine, fontanelle, cestini per i rifiuti, ecc.).
I lavori sono stati ultimati nella primavera 2010.

L’investimento è stato di € 650.000.

Parte integrante dell’intervento su Villa Bombrini è stata la manutenzione straordinaria del suo giardino con lo scopo di aprire questo spazio alla cittadinanza.

Villa Bombrini Laghetto
Fontana Villa Durazzo Bombrini cornigliano
Giardino e Laghetto Villa Durazzo Bombrini Cornigliano Genova

Seconda fase – Insediamento di Genova Liguria Film Commission e intervento “Distretto Audio-video”

 

Nella Villa, che al momento dell’acquisto era utilizzata solo in minima parte, hanno trovato sede alcuni soggetti pubblici e, soprattutto, la Genova Liguria Film Commission.

La GLFC è una Fondazione partecipata dalla Regione Liguria e da alcuni Enti locali, che persegue il compito di attirare nella nostra regione investimenti nel settore della produzione audiovisiva, creando occupazione e dando opportunità di visibilità al territorio regionale.

La GLFC ha costituito, all’interno dei propri spazi, un distretto di imprese creative, generando fermento di attività.
L’insediamento della Fondazione Genova Liguria Film Commission, nell’ottica di rivitalizzare Villa Bombrini, si è posto come elemento di attrazione, creatività e di vitalità grazie all’afflusso di professionisti che può generare.

 

Ancor più significativa è la formazione, ad opera di Film Commission, presso Villa Bombrini, di un “distretto” riservato alle piccole imprese creative: dopo Genova-Liguria Film Commission – che qui ha la sua sede – sono arrivate oltre 40 piccole aziende e professionisti del settore che producono video musicali, programmi televisivi, documentari, spot pubblicitari, cortometraggi, video games, app mobile, software, grafica e giornalismo web, fotografia, o che forniscono alle produzioni audiovisive servizi di noleggio attrezzature, casting, location scouting e molto altro.  (scopri le aziende del PACC sul sito di GLFC).

 

Si sottolinea che l’intervento non necessita di opere edilizie e di finanziamenti, poiché si auto-sostiene.

Questo assetto ha posto le basi affinché Villa Bombrini diventi il polo di riferimento in città e in Liguria per il settore dell’audiovisivo.

Villa Durazzo Bombrini di notte

A questa piccola avanguardia di un settore che si sta sviluppando sul territorio ligure e che è composto da piccole aziende o professionisti associati operanti in vari segmenti della filiera produttiva, vengono forniti servizi che vanno dalla consulenza per la ricerca di finanziamenti a quella specialistica, dalla promozione, ai servizi logistici, ecc.

 

Collegato all’insediamento della Film Commission, va visto l’intervento di realizzazione del Videoporto.

Negli ultimi anni l’area di Villa Bombrini e di Videoporto a Cornigliano si è dunque trasformata in un polo di produzione per le industrie creative (Polo Aziende Creative Cornigliano – PACC).

Facebook
Facebook