INCONTRO/APERITIVO CON FEDERICO RAMPINI

Villa Bombrini, via Muratori, Genova Cornigliano

giovedì 18 dicembre 2014 ore 18.30

introduce Luigi Merlo

Il giornalista presenterà il suo ultimo libro, pubblicato da Mondadori, All you need is love – l’economia spiegata con le canzoni dei Beatles (su cui si basa lo spettacolo in scena al Teatro dell’Archivolto il 17 gennaio). Come rileggere la crisi economica e immaginare un futuro migliore attraverso le canzoni di John, Paul, Ringo e George: con una simile premessa questo saggio offre un excursus dal taglio decisamente originale e accattivante in varie tematiche economiche.

I Beatles erano quattro ragazzi cresciuti nella Liverpool povera degli anni Cinquanta. Le loro canzoni non solo hanno segnato un’epoca e rivoluzionato la pop music, ma hanno spesso “intuito” drammi e sfide dell’economia contemporanea. Attraverso le indimenticabili canzoni del quartetto di Liverpool Federico Rampini torna a parlarci della crisi che attanaglia la nostra società, ripercorrendo le tappe che ci hanno progressivamente portato alla situazione attuale: un viaggio attraverso musiche e provocazioni, autobiografia e denuncia, utopia e cambiamento, che ci racconta quello che eravamo, quello che siamo diventati e come possiamo immaginare un futuro migliore. Perché in fondo, “tutto ciò di cui abbiamo bisogno”, come ci hanno insegnato proprio i Beatles, “è l’amore”.

L’incontro, che sarà introdotto dal Presidente dell’Autorità Portuale di Genova Luigi Merlo, è a ingresso libero e fa parte delle iniziative promosse dal Teatro dell’Archivolto con il sostegno della Società Per Cornigliano.

L’aperitivo a seguire è organizzato in collaborazione con l’Associazione Amici dell’Archivolto. Per informazioni 0106592220, www.archivolto.it

INGRESSO GRATUITO

Seguici sui social
error
Società Per Cornigliano SpA
info@percornigliano.it

La Società Per Cornigliano S.p.A., costituita in data 22 febbraio 2003, è il soggetto proprietario delle aree e destinatario dei finanziamenti stanziati da varie leggi nazionali per la riconversione delle aree dismesse dallo stabilimento siderurgico di Genova-Cornigliano, a seguito dell’interruzione della produzione Siderurgica a caldo dell’ILVA (ultima colata 29 luglio 2005). L’obiettivo della Società è Restituire ai cittadini di Cornigliano il loro territorio, attraverso un progetto di Riqualificazione Urbana di elevata qualità. Parallelamente la Società sostiene iniziative ed attività per la promozione della cultura, del partrimonio architettonico e dell’integrazione sociale a Cornigliano, in particolare mettendo a disposizione la location di Villa Durazzo Bombrini  per mostre, feste e concerti di notevole interesse sociale.



Facebook
Facebook