INCONTRO /APERITIVO CON GIANFRANCO BERARDI E GABRIELLA CASOLARI


Villa Bombrini, via Muratori, Genova Cornigliano

ingresso libero

 

interviene Eugenio Saltarel

conduce Paolo Borio

Giovedì 12 marzo alle ore 18.30, Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari, interpreti dello spettacolo In fondo agli occhi, che sarà presentato al Teatro dell’Archivolto venerdì 13 e sabato 14 marzo, incontrano il pubblico a Villa Bombrini (via Muratori 5, Genova Cornigliano, ingresso libero). L’appuntamento – proposto dal Teatro dell’Archivolto con il sostegno della Società per Cornigliano e la collaborazione degli Amici dell’Archivolto coinvolge anche l’associazione Fa.Di.Vi e oltre, la Consulta Regionale per la tutela dei diritti della persona disabile, l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (il cui Presidente Eugenio Saltarel interverrà personalmente), l’Istituto Chiossone e Dialoghi nel buio.

 

Nel corso dell’incontro, condotto da Paolo Borio, Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari approfondiranno i temi trattati nello spettacolo, in cui la cecità – malattia fisica di Gianfranco Berardi  – diventa la metafora di un paese che brancola nel buio, alla ricerca di una via d’uscita. Chi è più cieco, infatti, di chi vive senza avere un sogno, una prospettiva davanti a sé, di chi, essendone consapevole, non può far altro che cedere alla disperazione? Un paese cos’è in fondo se non le persone che al suo interno vivono e si muovono?

 

Seguirà un aperitivo offerto dall’Associazione Amici dell’Archivolto.

I partecipanti all’incontro potranno ritirare un coupon per lo spettacolo del 13 e 14 marzo, che dà diritto a un biglietto ridotto di euro 13,50 anziché 22, compatibilmente con i posti ancora disponibili.

 

Per informazioni tel. 010.6592.220 / 3479448838, www.archivolto.it

 

Società Per Cornigliano SpA
info@percornigliano.it

La Società Per Cornigliano S.p.A., costituita in data 22 febbraio 2003, è il soggetto proprietario delle aree e destinatario dei finanziamenti stanziati da varie leggi nazionali per la riconversione delle aree dismesse dallo stabilimento siderurgico di Genova-Cornigliano, a seguito dell’interruzione della produzione Siderurgica a caldo dell’ILVA (ultima colata 29 luglio 2005). L’obiettivo della Società è Restituire ai cittadini di Cornigliano il loro territorio, attraverso un progetto di Riqualificazione Urbana di elevata qualità. Parallelamente la Società sostiene iniziative ed attività per la promozione della cultura, del partrimonio architettonico e dell’integrazione sociale a Cornigliano, in particolare mettendo a disposizione la location di Villa Durazzo Bombrini  per mostre, feste e concerti di notevole interesse sociale.