Genovart

GenovArt. È questo il titolo della mostra d’arte contemporanea internazionale in programma da sabato 1 aprile fino a fine mese negli spazi espositivi di Villa Bombrini a Cornigliano (Genova), organizzata da DogmArt, curatore Pierluigi Luise e critica d’arte Cristina Palmieri.

Un evento che ospiterà le opere di rinomati artisti quali Luca Dall’Olio, Roberto Amadè, Andrea Fumagalli, Roberto Comelli, Giulio Cardona, Graziano Cecchini, Paul Popescu, Soponariu Vasile, Gheorghe Dican, Florin Hutium, Ciro Palumbo, Marco Cardini, Stefano Bressani, Mauro Casarin, Claudio Lia, Raffaella Maron, Red Canzian. E ancora Valter Martinoni, Fabio Brandalise, Ornella De Rosa, Lucia Sanavio, Tami Arad, Guglielmo Darbo, Remo Castiglioni, Emilio Belotti, Bruno Ciccacci, Lucilla Restelli, Ermanno Leso, Maurizio Baccili, Iliana Teman, Nili Kashani, Daniele Ravelli, Niron Bosmat, Monica Steliana Cirtita, Domenico Mancuso Tieffe.

 

L’iniziativa, resa possibile grazie a Villa Bombrini e Moma Letoh di Andora, sarà visitabile tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 19.00 a fine aprile 2017.

 

“Il mio concetto di arte è strettamente legato alle attività della creazione, che deve essere sulla nostra vita e nel mondo in cui noi viviamo”, spiega il curatore Pierluigi Luise. “In conformità con quest’idea, la creatività è una caratteristica dell’essere umano e non attribuibile esclusivamente a coloro che si fanno chiamare artisti. Con l’espressione ‘ogni uomo è un artista’ si intende che l’arte è la forza realmente rivoluzionaria, attraverso la creatività e la libertà, per rendere la vita una ‘scultura vivente’. L’uomo è perciò in un’entità vitale e creativa, che deve impegnarsi nel cambiare la struttura sociale”.

Seguici sui social
error
Società Per Cornigliano SpA
info@percornigliano.it

La Società Per Cornigliano S.p.A., costituita in data 22 febbraio 2003, è il soggetto proprietario delle aree e destinatario dei finanziamenti stanziati da varie leggi nazionali per la riconversione delle aree dismesse dallo stabilimento siderurgico di Genova-Cornigliano, a seguito dell’interruzione della produzione Siderurgica a caldo dell’ILVA (ultima colata 29 luglio 2005). L’obiettivo della Società è Restituire ai cittadini di Cornigliano il loro territorio, attraverso un progetto di Riqualificazione Urbana di elevata qualità. Parallelamente la Società sostiene iniziative ed attività per la promozione della cultura, del partrimonio architettonico e dell’integrazione sociale a Cornigliano, in particolare mettendo a disposizione la location di Villa Durazzo Bombrini  per mostre, feste e concerti di notevole interesse sociale.



Facebook
Facebook