INAUGURATO IL VIDEOPORTO DI GENOVA

E’ stato inaugurato questa mattina dalla Sindaco Marta Vincenzi, Presidente della Società Per Cornigliano, e dal Presidente della Giunta Regionale Claudio Burlando il “Videoporto di Genova”, sito in Via Muratori 15 a Cornigliano.

Nato dalla collaborazione tra Società Per Cornigliano e Genova-Liguria Film Commission, il Videoporto è il primo insediamento nelle aree dismesse dallo stabilimento siderurgico, realizzato in attuazione della misura A2 del “Programma Integrato di Riqualificazione Urbana”, oggetto dell’Intesa tra Società Per Cornigliano e Comune di Genova, prevista dall’art. 6 dell’Accordo di Programma, ed è stato approvato dal Consiglio Comunale nel settembre 2009.
E’ stato realizzato nell’edificio che – fino al 2006 – ospitava gli uffici amministrativi di ILVA, mediante un intervento di manutenzione straordinaria, che ha interessato soprattutto gli impianti, elettrico e di climatizzazione.

La superficie utile è di circa 1.400 mq., tra uffici, magazzini, teatro di posa, camerini e sala casting, bar e stanze ad uso foresteria. Sono stati utilizzati il piano terreno e il secondo piano, mentre il primo piano è stato interessato in modo solo marginale dall’intervento.

L’intervento è stato realizzato, per conto della Società Per Cornigliano, da ARTE, su progetto dell’arch. Benedetto Besio.

Il costo è stato di circa 680.000 euro per lavori, oltre alle spese tecniche per euro 100.000 circa e agli allestimenti ed arredi per euro 70.000 circa, per un totale complessivo di circa 850.000 euro, a valere sulle risorse previste dall’Accordo di Programma.

L’intervento era stato deliberato dal CDA della Società Per Cornigliano nel marzo 2009; i lavori sono iniziati nel maggio 2009 e si sono conclusi ad inizio dicembre, per una durata di soli 7 mesi.

Dal punto di vista delle ricadute economiche, si consideri che mediamente le diverse produzioni cinematografiche e televisive generano già ora una ricaduta economica sul territorio genovese di circa 5 milioni/anno, di cui 2,5 diretta (comparse, elettricisti, sartoria, costumisti, noleggi di attrezzature, catering, etc) e 2,5 indotta (hotels, ristoranti, taxi, etc). Grazie alla disponibilità del Videoporto si prevede che tale ricaduta possa aumentare considerevolmente.
Quanto all’occupazione, dipende dalle diverse produzioni: comunque, si può stimare in circa 70 unità le persone genovesi che forniscono servizi ad ognuna di tali produzioni.

Ciò detto, la valenza del Videoporto trascende tuttavia la sua puntuale funzione.

  • Infatti, il Videoporto, in quanto prima realizzazione sulle aree ex ILVA, rappresenta la volontà del territorio corniglianese di darsi una nuova identità, costituita non solo dalle attività manifatturiere, ma anche da attività di eccellenza e legate alla creatività, quale quelle del settore audio-visivo, che trova a Cornigliano, in particolare a Villa Bombrini e nell’area circostante, il suo punto di riferimento regionale.
  • Il Videoporto rappresenta altresì la capacità dei soggetti pubblici territoriali, presenti nella Società Per Cornigliano, di progettare e realizzare interventi di grande significato in tempi relativamente brevi. Basti considerare, al riguardo, che l’immobile che oggi ospita il Videoporto è stato consegnato da ILVA alla Società Per Cornigliano solo nel giugno 2006, ossia meno di 4 anni orsono.
  • Il Videoporto rappresenta infine la conferma che l’Accordo di Programma del 2005 ha davvero cambiato il volto al quartiere, rendendo possibile – tra l’altro – lo spegnimento dell’altoforno, la demolizione dei gasometri e, oggi, l’inaugurazione di questa nuova struttura.
Società Per Cornigliano SpA
info@percornigliano.it

La Società Per Cornigliano S.p.A., costituita in data 22 febbraio 2003, è il soggetto proprietario delle aree e destinatario dei finanziamenti stanziati da varie leggi nazionali per la riconversione delle aree dismesse dallo stabilimento siderurgico di Genova-Cornigliano, a seguito dell’interruzione della produzione Siderurgica a caldo dell’ILVA (ultima colata 29 luglio 2005). L’obiettivo della Società è Restituire ai cittadini di Cornigliano il loro territorio, attraverso un progetto di Riqualificazione Urbana di elevata qualità. Parallelamente la Società sostiene iniziative ed attività per la promozione della cultura, del partrimonio architettonico e dell’integrazione sociale a Cornigliano, in particolare mettendo a disposizione la location di Villa Durazzo Bombrini  per mostre, feste e concerti di notevole interesse sociale.