AGGIUDICATA LA GARA D’APPALTO PER LA STRADA URBANA DI SCORRIMENTO

Il Consiglio di Amministrazione di Sviluppo Genova ha deliberato, in data odierna, l’aggiudicazione definitiva dell’appalto relativo alla “strada urbana di scorrimento da lungomare Canepa a piazza Savio”. La gara di appalto, di rilevanza comunitaria, è stata aggiudicata all’Associazione Temporanea di Imprese “Carena S.p.A. – Codelfa S.p.A. – Omba Impianti&Engineering S.p.A.”, con il ribasso del 34,12% sull’importo a base d’asta, e dunque con un importo lavori di circa 65 milioni di euro, al netto degli oneri per la sicurezza.
L’aggiudicazione dell’appalto rappresenta una tappa fondamentale nell’attuazione delle previsioni dell’Accordo di Programma: la strada urbana di scorrimento è infatti una della opere che da più tempo attendevano la possibilità concreta di realizzazione. La sua funzione non è solo quella di migliorare la mobilità, ma anche quella di sgravare l’abitato di Cornigliano e di Sampierdarena dal traffico di attraversamento. Pertanto, una volta realizzata, si saranno create le condizioni per un significativo vero risanamento.
Si tratta di un “appalto integrato” e pertanto l’impresa appaltatrice, in primo luogo, dovrà redigere il progetto esecutivo; successivamente – indicativamente verso settembre 2009 – potranno partire i lavori, che avranno una durata di 36 mesi.
Il finanziamento è in parte (per circa due terzi) a carico della Società Per Cornigliano, che utilizza i fondi del Ministero delle Infrastrutture secondo quanto previsto dall’Accordo di Programma del 2005, e in parte, per circa un terzo, a carico di ANAS, secondo quanto previsto dal Contratto di Programma approvato dal CIPE il 27 marzo scorso. L’importo a base d’asta ammonta ad euro 102.213.869,07 al netto dell’I.V.A.; oltre a tale importo vanno conteggiate somme a disposizione per euro 33.420.394,98 oltre I.V.A.
Seguici sui social
error
Società Per Cornigliano SpA
info@percornigliano.it

La Società Per Cornigliano S.p.A., costituita in data 22 febbraio 2003, è il soggetto proprietario delle aree e destinatario dei finanziamenti stanziati da varie leggi nazionali per la riconversione delle aree dismesse dallo stabilimento siderurgico di Genova-Cornigliano, a seguito dell’interruzione della produzione Siderurgica a caldo dell’ILVA (ultima colata 29 luglio 2005). L’obiettivo della Società è Restituire ai cittadini di Cornigliano il loro territorio, attraverso un progetto di Riqualificazione Urbana di elevata qualità. Parallelamente la Società sostiene iniziative ed attività per la promozione della cultura, del partrimonio architettonico e dell’integrazione sociale a Cornigliano, in particolare mettendo a disposizione la location di Villa Durazzo Bombrini  per mostre, feste e concerti di notevole interesse sociale.



Facebook
Facebook