Contatti Documenti Società trasparente Gare e contratti Foto e video Archivio news English
Facciate degli edifici privati
Back
Facciate degli edifici privati

Misura B6 – Riqualificazione del tessuto edilizio esistente – Intervento sulle facciate degli edifici

La misura in oggetto prevede che vengano realizzati interventi di ristrutturazione sulle facciate degli edifici e di conseguenza ha elaborato un programma volto all’incentivazione del recupero edilizio degli immobili da parte dei proprietari privati.

Previsto inizialmente che tale intervento avvenisse contestualmente al restyling di Via Cornigliano è stata in seguito valutata come indispensabile una sollecita riqualificazione del tessuto edilizio, per cui il programma di interventi è stato modificato per mettere immediatamente in atto questo intervento.
L’obiettivo generale che ci si è proposti è stato migliorare la qualità degli spazi urbani, con conseguenti effetti positivi in termini di qualità della vita e di percezione di sicurezza: si è voluto infatti replicare l’esperienza di analoghi programmi in città, – G8 e Genova 2004 – Capitale Europea della Cultura – che ha prodotto, in termini di riqualificazione edilizia effetti evidenti. L’operazione si pone quindi come tassello fondamentale della generale riqualificazione, soprattutto considerato l’effetto che ha agendo in sinergia con gli interventi sul tessuto socio-economico programmati nella Prima Fase (Misura B3 – Riqualificazione delle percorrenze secondarie e Misura B7 – Rivitalizzazione economica del commercio e degli esercizi di prossimità).
L’intervento sostanzialmente è consistito nel co-finanziare i lavori di ripristino delle facciate degli edifici prospicienti le vie e gli spazi pubblici, (esclusi cavedi e cortili interni) arrivando ad erogare il 40% del costo complessivo dell’intervento (pertanto a carico dei proprietari privati degli edifici è rimasto il restante 60%).
Accanto al contributo i proprietari hanno potuto eventualmente fruire di altre forme di incentivo previste e/o ammesse dalle norme di settore (sgravi fiscali, IVA agevolata, ecc.).
Il soggetto attuatore è stato Società Per Cornigliano che ha pubblicato, in data 28 novembre 2009, un apposito bando (con scadenza 1 marzo 2010 e poi prorogato al 19 marzo 2010) destinato agli edifici compresi nel perimetro di intervento. Il bando ha avuto un successo superiore alle previsioni: su un totale di 209 edifici ricompresi nell’ambito territoriale considerato le domande accolte sono state 48 per un totale di 72 facciate su 301 potenzialmente interessate, per un importo finanziato da parte di Società Per Cornigliano di circa 2.874.000 di euro.
E’ stata pubblicata successivamente una seconda edizione del bando, con scadenza fissata inizialmente al 13 luglio 2012 e successivamente prorogata al 5 ottobre 2012.

La seconda edizione del bando, su un totale di 32 edifici ricompresi dell’ambito territoriale interessato, ha visto la richiesta di partecipazione da parte di 10 edifici, vale a dire 20 facciate su 56 potenzialmente ammissibili a bando.

Il tasso di adesione (35%) è quindi stato ancora maggiore di quello della prima edizione (25%).

L’importo erogato da Società Per Cornigliano per la seconda edizione ammonta a circa  571.000 euro.

Società per Cornigliano SpA
R.I. Genova, CF e PI IT01367680996, Capitale Sociale € 11.975.277,00 i.v.
design by Xedum