Contatti Documenti Società trasparente Gare e contratti Foto e video Archivio news English
Eventi a Villa Bombrini
Back
Gli eventi Storia di Cornigliano La Villa Come arrivare
26 09 2014, 17:30
LA NOTTE DEI RICERCATORI

Villa Bombrini il 26 settembre 2014 ospiterà la Notte dei Ricercatori.

LA NOTTE DEI RICERCATORI IN LIGURIA – I ricercatori cambiano il mondo

Una notte di festa all’insegna della scienza e del divertimento.

In contemporanea GENOVA, ALBENGA, LA SPEZIA 26 settembre 2014

I ricercatori delle principali istituzioni scientifiche pubbliche e private della Liguria hanno scelto di invitare tutti ad una vera serata di festa, in particolare famiglie, giovani e ragazzi, nel mondo affascinate ed emozionante delle loro scoperte. Tante location in tre diverse città, ottanta appuntamenti per un grande “party” all’insegna del sapere e del divertimento, della conoscenza e dell’emozione, che animerà la notte di venerdì 26 settembre, da Ponente a Levante, da Albenga a Genova e La Spezia.

 

Cosa accomuna gesti scontati e banali, come far rimbalzare una pallina per gioco o mescolare gli ingredienti di una ricetta di cucina, a temi affascinanti ed apparentemente distanti dalla vita di tutti i giorni, come i cambiamenti climatici o le esplorazioni dei robot subacquei?

Cosa possiamo scoprire guardando con altri occhi le azioni e gli strumenti che utilizziamo tutti i giorni, l’ambiente che ci circonda e il nostro stesso corpo? Com’è possibile per le persone comuni avvicinare il mondo della ricerca scientifica e venire in contatto con chi, nella nostra regione, sta realizzando progetti all’avanguardia e di primaria importanza nel campo della matematica, delle scienze naturali, dell’ingegneria e della robotica, dell’archeologia e della fisica, delle nanotecnologie, dell’informatica e dell’architettura,…?

La Notte dei Ricercatori vuole rispondere a queste domande in modo semplice e fruibile a tutti, proponendo iniziative, laboratori, concerti, gare sportive ed esperienze coinvolgenti, dove chi si occupa di progetti scientifici incontra direttamente il pubblico e racconta il mondo della ricerca e del proprio lavoro, attraverso esperienze, curiosità, osservazioni, filmati, sfide e momenti di spettacolo.

Foto_8

Si spazierà dall’osservazione del cielo e delle profondità marine, fino a vedere con occhi diversi e a spiegare quali leggi della fisica governino e colleghino gli eventi  della nostra quotidianità con quelli universali e cosmici, oppure a capire cosa sta dietro gli strumenti tecnologici di uso comune e quanto sapere e tecnologia siano necessari per predisporre apparecchi che tutti abbiamo in casa o in borsa.

Spesso siamo abituati a pensare ai ricercatori come a menti geniali che operano in un mondo chiuso, con codici di linguaggio propri, inaccessibile alle persone comuni. Gli organizzatori hanno scelto, perciò, di stupire tutti cimentandosi non solo in seminari ed incontri divulgativi, ma anche in giochi, racconti, laboratori di pittura, gare di basket e persino performance teatrali e musicali. In scena uomini e donne di scienza che, con grande ironia ma anche con la competenza e la passione che li contraddistingue, sapranno coinvolgere ed intrattenere il pubblico, con lo scopo di avvicinare ed appassionare il maggior numero di persone al mondo della ricerca.

L’invito è rivolto in particolare ai giovani, soprattutto a quelli che stanno valutando possibili opzioni per gli studi universitari e per il lavoro, perché, possano prendere in considerazione anche la possibilità di intraprendere una carriera nel campo della ricerca.

A Genova la Notte dei Ricercatori ha in programma più di trenta eventi complessivi e comprende visite guidate, concerti, workshop, osservazione del cielo, performance, conversazioni ed interviste, esperimenti, mostre ed incontri, programmati in diverse location prestigiose della città: Villa Durazzo Bombrini e il suo parco, a Cornigliano, nel cuore dell’area tecnologica ed industriale della città, il Museo di Archeologia Ligure ed il Museo di Storia Naturale.

La festa inizia in modo spumeggiante alla Fiumara alle ore 16.30, con divertenti laboratori alla scoperta della scienza nella quotidianità, utilizzando oggetti di uso comune per curiosi esperimenti interattivi.

Il pubblico sarà accompagnato lungo il percorso verso Villa Durazzo Bombrini dalla Conte Brass Band, che darà l’avvio musicale alla festa e introdurrà al ricco programma di attività che si alterneranno nei prestigiosi interni e nel parco della Villa dalle ore 17.30 sino alle ore 24.00. A tema vari campi della ricerca scientifica, affrontati non solo in laboratori tecnici o mostre, ma anche in divertenti esperienze ludodidattiche: si possono esaminare grandi cambiamenti climatici con sperimentazioni e simulazioni, oppure cimentarsi in una gara di basket con i ricercatori, ascoltare ottima musica o scoprire la vita segreta degli animali notturni, assistere a spettacoli teatrali o conoscere itinerari architettonici nella città, …

Concerto

Al Museo di Archeologia Ligure ed al Museo di Storia Naturale, a partire dalle 20.30, inizia Una notte in Museo!, evento rigorosamente off-limits per gli adulti. Laboratori, caccia al tesoro, favole della notte ed una deliziosa colazione al risveglio, dedicati ai bambini dai 7 ai 12 anni di età. Per aderire a queste iniziative, per le quali è previsto un numero massimo di 15 partecipanti, occorre prenotarsi, telefonando ai numeri indicati sul programma scaricabile dal web.

Museo_Storia_Naturale_1

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito e si possono consultare

sul blog http://nottedeiricercatori.comune.genova.it

e seguire su

Facebook La Notte dei Ricercatori in Liguria  – Twitter @NotteRicercaLig

 

IL PROGETTO EUROPEO

La  Notte Europea dei Ricercatori è il grande evento che da ormai nove anni porta la scienza ed i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti. Un’iniziativa che ha riscosso un successo crescente, coinvolgendo decine di migliaia di persone sui grandi temi della ricerca e del futuro. L’Italia, rappresentata dalle università e centri di ricerca di Piemonte, Liguria, Bolzano, Perugia e Frascati, ha in serbo cinque “notti della ricerca” organizzando il numero maggiore di progetti in tutta Europa: oltre 300. I progetti italiani coinvolgono 22 città e saranno protagonisti di questa manifestazione insieme ad altre 300 città in tutta Europa. La Notte Europea dei ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana, con il Patrocinio del MIUR – Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e del Ministero degli Affari Esteri.

 

I PARTNER DEL PROGETTO IN LIGURIA

Il progetto La notte dei Ricercatori in Liguria Party don’t stop è stato coordinato dal Comune di Genova Museo di Archeologia Ligure col Museo di Storia Naturale, elaborato ed organizzato da Associazione Festival della Scienza; CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche IMATI; IIT Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia; Università degli Studi di Genova – DISTAV -  DSA; SIIT Distretto Tecnologico Ligure sui Sistemi Intelligenti Integrati; Associazione Giardino Letterario Delfino di Albenga, DLTM Distretto Ligure delle Tecnologie Marine, in collaborazione con Società per Cornigliano; Fondazione Ansaldo, Genova; IULM – Master of European Museology; European Museum Academy; Università di Palermo; NATO Centre for Maritime Research and Experimentation (CMRE).

 

Società per Cornigliano SpA
R.I. Genova, CF e PI IT01367680996, Capitale Sociale € 11.975.277,00 i.v.
design by Xedum